.comment-link {margin-left:.6em;} <$BlogRSDURL$>

Logging ideas and thoughts

Thursday, August 03, 2017


e Roma è a secco.
Chi gestisce il Peschiera? Chi ne gestisce le fonti? Chi preferisce non parlarne?
Recentemente è venuto fuori lo "scandalo"? del lago di Bracciano che ha perso, a occhio e croce, dieci milioni di metri cubi d'acqua corrispondenti a un abbassamento di circa 1,2 metri del livello.
Questi dieci milioni corrispondono al consumo "totale" di Roma in due-tre mesi. 
Se il calo delle riserve del lago è stato così rapido significa che il Peschiera, acquedotto principale verso Roma, presenta qualche problema e,quindi non fa la sua (maggiore) parte.
Il problema più antico del Peschiera  è costituito dal fatto che la società di distribuzione acqua a Roma ACEA, non ha mai pagato delle royalties a quegli enti (comuni, regioni etc.) a cui quell'acqua eccellente di qualità, viene sottratta...e questo avviene sin dal momento della sua costruzione...oltre 70 anni fà...
...ma altri problemi maggiori sono possibili:
- danneggiato dal terremoto di Amatrice?
- inquinato nonostante tutte le protezioni addizionali introdotte dopo l'11 settembre?
- e - da non escludere - bloccato da lotta burocraticopoliticoeconomica tra regione e comune di Roma?

ps. se i censimenti fossero fatti in modo più scientifico si arriverebbe probabilmente al risultato che quelli che usano l'acqua di Roma sono circa 5 milioni di persone e non i 2,8 dell'ultimo censimento.






Comments: Post a Comment


This page is powered by Blogger. Isn't yours?