why should I lie?

why should I lie?

Friday, November 17, 2017


...e qui, quelli bravi in geografia si sono scatenati!


  • Come dimostra un servizio andato in onda sul Tg1 e rilanciato sui social. 
  • "Noi non siamo una forza isolazionista", 
  • ha spiegato il candidato premier e capo politico del M5S, fresco di visita istituzionale negli Stati Uniti, 
  • "Siamo un Paese alleato degli Stati Uniti, ma interlocutore dell'Occidente con tanti Paesi del Mediterraneo come la Russia"
Ma siamo proprio certi della manifestazione del morbo "ignorantia mediterranea"?

Recentemente, nonostante i trucchi e trucchetti messi in atto dai Paesi Occidentali, i Russi hanno spostato unità strategiche della loro flotta del Mar Nero dal porto di Sebastopoli in Crimea al porto siriano di Tartus e, guarda caso, detto porto è sul Mediterraneo.
Sembra proprio che i Russi preferiscano conversare "da pari a pari", ovvero "da mediterranei".
Non dimentichiamo che, durante la guerra fredda, l'Unione Sovietica aveva la sua base di sottomarini, dove?
...ma certo! Nel Mediterraneo! 
In un porto algerino, per essere più precisi.

Wednesday, November 08, 2017


l'ACCORDO SUL CLIMA

I grandi cervelli riuniti a Parigi sanno che i grandi produttori di CO2 nel mondo sono essenzialmente classificabili in due categorie:
A - gli ominidi, ovvero gli individui: in quanto respirano e talora spernacchiano.
B - le bestie (in generale) in quanto respirano e spernacchiano
ma:
 - ancora gli ominidi, che quando hanno freddo si riscaldano bruciando tutto quello che trovano.
 - gli ominidi ancora, ché si sono fatti, tutti o quasi tutti, l'auto.

Chi ci difende?
Solo due povere categorie di agenti:
A - Le foreste
B - il plancton, ovvero la foresta dei mari ricca di macro e microorganismi.
...e stiamo distruggendo sia le une che l'altro.
La situazione, ci dicono i saggi, è disperata.
Andiamo tutti a Parigi, parliamo del disastro e troviamo una soluzione!
Immagino  si siano detti più o meno questo.
A - Ridurre l'anidride carbonica da combustione. Installiamo tanti pannelli solari e tanti mulini a vento!
B - Diventiamo più vegetariani o, addirittura, vegani. Avremo così ridotto il numero di animali spernacchianti da allevare... per poi sistematicamente squartare.
C - Le auto? Tutte elettriche: rendimenti del 35% calcolati in rapporto al combustibile bruciato in centrale, contro rendimenti attuali dell'ordine del 20% relativamente al combustibile del proprio serbatoio.
D - Eliminiamo l'uso della plastica non biodegradabile o limitiamolo al riciclabile controllato.(è una pia illusione questa?)

Le conseguenze? 
I PIU' sono stati sufficientemente reclamizzati,...ma i MENO?
Cominciamo dalle auto. I vantaggi sono evidenti e non è mia intenzione sminuirli,
ma:
le ACCISE?...dove dovrebbero i Governi prelevare le  ACCISE attualmente caricate sui carburanti? 
e per quanto riguarda
Pneumatici + tappetino stradale questi continueranno a produrre polveri (ca. 5-20 kg/anno per ogni auto/camion/bus): e allora?
Esempio: a Roma circolano oltre 2,5 milioni di auto. In un anno avranno prodotto polveri (non contando più quelle sottili che supponiamo d'aver soppresso con l'adozione dell'elettrico) per 20-30 milioni di kilogrammi. Ognuno di noi avrà sempre diritto a respirarne, clima di Parigi o non clima di Parigi, la sua razione di 5-10 kg/anno.
Incidenti pedoni: almeno all'inizio in crescita a causa della silenziosità dei mezzi. 
Questo è un meno...proprio brutto. Ma ci adegueremo...
Carica batterie: l'aggiunta di queste postazioni di ricarica produrrà una variante positiva quando comparate con gli orrendi pali portasegnali generalmente schiantati o pericolosamente inclinati. Ma la  sorveglianza dei decorativi carica batterie non costituirà un compito in più per le ronde di Polizia?

Pensiamo piuttosto al problema "foreste e plancton" ovvero alle nostre  maschere antigas. 
Qui il problema è enormemente più complesso. 
Se i produttori di auto, infatti, sono tutti pronti, o quasi, ad affrontare la sfida dell'elettrico, chi è in grado di BANDIRE gli involucri di plastica indistruttibile?
Dalle bottiglie dell'acqua minerale alle buste, sacchetti, fogli d'imballaggio, tutto è plastica. Un misero passo avanti è stato fatto con i sacchetti della spesa biodegradabili. 
Gli oceani, tuttavia, diventano sempre più i mondezzai della plastica.
Problema:
- è più semplice sviluppare plastiche autodistruggenti-a-tempo o raddrizzare il cervello della gente riguardo alle famose raccolte differenziate?

Personalmente ho più fiducia nella chimica che nel cervello di noi tutti.











Monday, November 06, 2017

I famosi 67 anni

Era il 1957. Mi trovavo per lavoro in quel di Danimarca.
Parlando con dei colleghi e, lo giuro
non pensando minimamente a problematiche di natura amletica, né tampoco stregato dallo sguardo intenso e misterioso della Sirenetta, 
- cosciente del fatto che in Italia - per lo meno in quei tempi - alcune categorie di statali andavano in pensione addirittura a meno di cinquant'anni, 

ho azzardato una domanda:
"A che età si va in pensione qui in Danimarca?"

Risposta:
"A 67 anni."
"Come? A 67 anni? Così tardi?"
"Perché tardi? E' così da sempre...altrimenti CHI e COME sarebbe in grado di pagarti la pensione?"
Per un breve periodo, anni '80 o giù di lì, ho saputo che in Danimarca l'età per la pensione era stata ridotta da 67 anni a 65 anni. Forse l'economia tirava!
Ma è durato poco. 
I Danesi sono presto tornati al 67, ruota di Copenaghen.

...ma la Fornero si è per caso laureata lassù?

Sunday, November 05, 2017


la fiera dell'ovvio: "perché chiudono in USA?"


Centro commerciale classico


merce X $ + costo aree/negozi Y $ + personale W $ + tasse e servizi Z $ + utile = PREZZO di VENDITA

Amazon o equivalente

merce X' $ + costo magazzini Y' $ + personale W' $ + tasse e servizi Z' $ + utile = prezzo di vendita

dove X'. Y'. W' e Z' sono tutti minori dei corrispondenti X,Y,W e Z.

Negli USA molti centri commerciali sopravvivono sotto forma di "outlet village". E vanno forte. 

Saturday, November 04, 2017


sempre da Politiken

Danskerne skylder 104 milliarder til Skat


I Danesi sono debitori di 104 miliardi di corone verso la loro "Agenzia delle Entrate"
nota: 
Cento Corone Danesi sono pari a circa tredici Euro.
104 miliardi di corone corrispondono perciò a circa 
15 miliardi di Euro. 
La Danimarca conta circa 7,5 milioni di abitanti.

15,000/7,5 = 2,000 Euro pro capite

In Italia, come vanno le cose?


450,000/65 =  7,000 ca. Euro pro capite
c'è una certa differenza...o sbaglio?

Friday, October 27, 2017


da stampa danese ...leggete "Politiken"!

Russisk ambassadør: Danske politikere spreder løgne

L'Ambasciatore russo: "I politici danesi 

diffondono falsità"

I et interview anklager Ruslands ambassadør danske politikere for at tegne et forvrænget billede af Rusland.

In una intervista l'ambasciatore russo accusa i politici danesi di dare un'immagine affetta da scherno della loro Russia.
Modstanden i den danske regering og store dele af Folketinget mod en udvidelse af den russiske gasledning, der løber ud for Bornholms kyst, er baseret på mangelfulde og sågar løgnagtige oplysninger.
La resistenza che si incontra nel governo danese e in gran parte del Parlamento contro una estensione del gas pipeline russo che sfiora la costa di Bornholm è basata su informazioni incomplete e talvolta menzognere,
Det mener den russiske ambassadør i Danmark, Mikhail Valentinovich Vanin.
Ciò è quanto sostiene l'ambasciatore russo in Danimarca, Mikhail Valentinovich Vanin.
I et interview med Berlingske beskylder han blandt andre forsvarsminister Clau s Hjort Frederiksen (V) for at lyve om en stor russisk militærøvelse i sidste måned.
In una intervista rilasciata al Berlingske se la prende, tra gli altri, con il ministro della difesa Claus Hjort Frederiksen (partito Venstre) accusato di mentire relativamente ad una grande esercitazione militare russa nel mese passato.

»Den danske forsvarsminister har igen og igen fremlagt det som et faktum, at Rusland i strid med internationale aftaler ikke inviterede observatører fra andre lande med på øvelsen«, siger ambassadøren til avisen.
"Il Ministro della Difesa danese ha sempre riportato come un 'fatto' che la Russia, in conflitto con gli accordi internazionali, non ha invitato osservatori di altri Paesi in concomitanza con le esercitazioni" dice l'ambasciatore alla stampa.
»Men det er ikke sandt, og Danmark blev også inviteret. Øvelsen blev observeret af Danmarks militærattaché i Moskva«, tilføjer han.
"Ma non è vero, e Danimarca è stata anche invitata. All'esercitazione ha assistito l'attaché militare della Danimarca a Mosca", sostiene lui.
Ifølge ambassadøren er der flere eksempler på 'fake news' (falske nyheder), som den danske regering spreder om Rusland.
Secondo l'Ambasciatore ci sono svariati esempi di "notizie false" che il governo danese diffonde relativamente alla Russia.
De giver ifølge ham den danske befolkning et forkert billede af den gasledning, som det russiske energiselskab Gazprom sammen med flere europæiske selskaber planlægger i Østersøen.
Secondo lui forniscono al popolo danese un'immagine errata del pipeline che l'impresa del gas russa Gazprom, insieme a un certo numero di società  qeuropee, programma di installare nel mar Baltico.
»Det er et fuldstændigt utroværdigt billede, der males af danske politikere, der skal bruge mere og mere energi på at holde fast i fortællingen om, at Rusland er aggressiv og farlig, og at gassen er et russisk våben, siger Mikhail Vanin.
"L'immagine data dai politici danesi è completamente falsa; quell'immagine che impone di mantenere la storiella che la Russia è aggressiva e pericolosa, e che il gas è un'arma russa" dice Mikhail Vanin.

Han kalder i interviewet de danske myndigheder og dele af Folketinget for direkte 'antirussiske'.
Nell'intervista definisce "antirussi" le autorità danesi e parte del Parlamento.
Debatten om den omdiskuterede rørledning Nord Stream 2 er for alvor ved at spidse til herhjemme.
Il dibattito sul famigerato pipeline Nord Stream 2 è in arrivo a casa nostra.
Rørledningen skal efter planen gå igennem dansk søterritorie ud for Bornholm. Derfor kræver den en dansk godkendelse.
Il pipeline, secondo progetto, deve passare in acque danesi in prossimità dell'isola di Bornholm. Per questa ragione richiede l'approvazione della Danimarca.
Oppositionen har sagt lodret nej til rørledningen. Og regeringen er skeptisk på grund af manglende tillid til Rusland.
L'opposizione ha detto un no secco al pipeline. E il governo è scettico per mancanza di fiducia nella Russia.
Commento mio: e la Germania, che manovra il tutto, cosa dice? ..o tace?
Il peggio del peggio?

La mafia?
La 'ndrangheta?
La camorra?
La sacra corona unita?
????????
No!
La burocrazia!

Thursday, October 26, 2017




quanto è bella la libertà!

ci appare ancora più bella quando ce la rubano!

CENSURA IN ATTO?